giovedì, marzo 16, 2006

5 anni di Governo visti da uno studente



La politica mi interessa relativamente, ma ieri sera non ho potuto fare a meno di guardare con attenzione il dibattito tra Prodi e Berlusconi. Ovviamente l'ho visto in differita sul sito Rai perché Adriano e compagni stavano giocandosi la qualificazione in Champions League.
In realtà sono rimasto un po' deluso, i discorsi seri sono stati abilmente evitati. Poco programma sul futuro e piu' critiche al presente e passato.
Vorrei dire la mia su quello che sono stati cinque anni di Governo visti dal punto di vista di uno studente universitario. Per par condicio indicherò cinque lati positivi e cinque negativi tra le cose che mi hanno colpito particolarmente.

Positivi:

- La legge antifumo
Finalmente quando entro in un bar posso guardarmi la partita o leggere il giornale senza rovinarmi la salute. Una legge secondo me molto importante, prima non mi sentivo rispettato e spesso ero costretto ad uscire fuori.

-La gestione dell'immigrazione
Cinque anni fa l'Italia era invasa da extracomunitari mal inseriti nella società. Praticamente non c'erano leggi. Più volte sono stato minacciato da qualche albanese. Adesso ssinceramente non succede più.

-Stop alla leva militare.
Una legge precedente prevedeva si la fine della leva militare ma sostanzialmente obbligava moltissimi studenti a "partire" perchè nell'ultimo anno di Leva era stata prevista la richiesta di sostenere ben 4 esami annui. Per facoltà come ingegneria non è cosi banale fare 4 esami all'anno, soprattutto al vecchio ordinamento. Anticipando la fine della leva il problema è stato risolto.

-Continuità.
Nel bene o nel male gli italiani hanno votato Berlusconi e lui ci ha governato. Non ci sono stati governi tecnici o governi farsa. Penso sia l'unico modo possibile per affrontare una programmazione.

-La patente a punti.
Un buon metodo per far rispettare i divieti alla gente. Da quando sono state inasprite le norme la gente sta più attenta a rispettare le regole.


Negativi:

-Le tasse indirette

Ritengo assolutamente ingiusto e scorretto dover pagare un balzello su ogni supporto vergine. Quando acquisto un cd viene presunta in pratica la mia colpevolezza. Non mi sta bene. Voglio poter scrivere la mia tesi senza pagare una tassa alla Siae! Altra tassa che mi ha colpito è stato l'aumento dei bolli, già i conti correnti sono cari, aumentare il bollo non fa che peggiorare la situazione per chi ha pochi soldi.

-Digital Divide

Sono stati stanziati molti contributi per incentivare la sottoscrizione di abbonamenti Adsl ma nulla si è fatto per portare la tecnologia in tutta Italia. Nel mio paese non sono coperto da Adsl mentre chi ce l'ha ha potuto usufruire di contributi statali provenienti anche dalle mie tasse.
Ritengo inoltre esagerata la spesa per i contributi a favore del digitale terrestre.

-Aumento del lavoro precario.

Lavori 3 mesi e poi te ne vai perché prendiamo per 3 mesi un altro al tuo posto. Un valzer che deve finire perché non da introiti allo Stato e non offre un futuro a noi giovani.

-Nessun controllo sui prezzi.

Non ho mai dato la colpa dell'aumento smisurato dei prezzi all'euro (essere inanimato) ma a chi non ha vigilato e non ha fatto nulla per evitare speculazioni. Si è detto che le regole sulla concorrenza impediscono al Governo di muoversi. Cambiamo queste regole o prendiamo provvedimenti diversi ma per favore facciamo qualcosa!

-Università svalutata.

La riforma 3+2 ha svalutato completamente l'Università italiana. La qualità dei corsi è scemata con l'obiettivo di far laureare più gente possibile. Non sono state previste norme transitorie per chi è rimasto al vecchio ordinamento, questo ha causato enormi disagi e gli studenti del vecchio ordinamento sono stati emarginati. Inoltre il taglio dei fondi alle Università ha causato un notevole aumento delle tasse.
Edit: mi si fa notare giustamente che il 3+2 è stato introdotto dal centro sinistra. Allora posso dire che purtroppo non è stato fatto nulla per arginare i notevoli problemi che si sono presentati. Per non parlare del dpr328 che lede i diritti di studenti che come me hanno sostenuto gli stessi esami dei predecessori ma non potranno sostenere il medesimo esame di stato e avranno notevoli limitazioni per quanto concerne l'iscrizione all'albo. Già che ci siete firmate anche la petizione sul sito http://dpr328.too.it/

4 commenti:

camelot destra ideale ha detto...

Serio ed equilibrato il tuo post...alcune precisazioni però vanno fatte: la tassa sul cd vergine non credo l'abbia introdotta il centrodestra...il 3+2 è stato varato dal centrosinistra...sulla questione precarietà, la domanda che devi farti è solo questa, anche se brutta: meglio un lavoro flessibile (o precario) o l'assenza di lavoro?
quest'ultimo argomento andrebbe sviscerato in maniera più approfondita, ma un commento non consente di farlo...se tuttavia studi economia, sai benissimo che la flessibilità in entrata nel mercato del lavoro è una necessità per le imprese...che altrimenti non assumerebbero...o peggio lo farebbero al nero...
a presto

stilgar ha detto...

Mi vengono in mente alcune pessime leggi che ho visto in questi cinque anni:
- la riforma dell'ordinamento giudiziario e la ex Cirielli che non si occupano di risolvere il problema della lunghezza dei processi, ma si limitano a diminuire i tempi di prescrizione
-il legittimo sospetto
-la depenalizzazione dei reati di falso in bilancio e bancarotta
-la legge sulle rogatorie internazionali

Ma ce ne sarebbero tante altre, però, si sa, io sono sempre critico, per cui...

phoebe ha detto...

Aspetti negativi da te tralasciati:
1) la nuova legge elettorale
2) la riforma del codice di procedura civile
3) la riforma delle regole sull'affidamento
4) l'inappellabilità delle sentenza penali

Continuo?
No, perchè posso.

dottorPAV ha detto...

approfitto della tua capacità di analisi che mostri in questo post per chiederti di aiutarci a capire meglio la situazione con cinque righe di sintesi sull'uomo Prodi e sull'uomo Berlusconi. Intanto grazie.